lente
carrello_grigio
Carrello
5% di sconto su tutti i prodotti. Per ordini superiori a 100,00 € 10% di sconto
COMPOSTI Dr POCK >

GLICOSTOP GLICEMIA DIABETE METABOLISMO CARBOIDRATI ZUCCHERI

GLICOSTOP

Prezzo: 16.00 €   -5%   15,20 €

Risparmi: 0,80 €

Quantità:

Aggiungi al carrello carrello_bianco

furgone Se ordini adesso, consegnamo: Martedì 11/12/2018
Quantità:
50 cps
Modo d'uso:
1 capsula tre volte al giorno dopo i pasti
Lo trovi anche in:
Descrizione:

È un integratore alimentare pensato per tenere sotto controllo la glicemia e favorire il metabolismo di zuccheri e carboidrati. A base di frutti della Momordica, foglie di Gelso bianco e di Gymnema, corteccia di Cannella, sommità di Galega, piante che fregolazo il fisiologico metabolismo degli zuccheri e dei carboidrati aiutando in caso di diabete moderato.

 

IL PRODOTTO NON CONTIENE COLORANTI NE' CONSERVANTI

 

INFORMAZIONI UTILI SU GLICOSTOP - 50 cps da 480 mg

Da uno studio condotto su animali si è visto che l’integrazione nella dieta di estratti naturali che notoriamente aiutano a controllare i livelli glicemici del sangue, nella misura di 0,5 % rispetto alla alimentazione totale avviene più efficacemente quando vengono associati diversi tipi di estratti piuttosto che utilizzando un solo tipo di estratto di pianta. Di qui la necessità di creare una sinergia.

MOMORDICA (Momordica charanthia L.) frutti - est. sec.. I frutti della Momordica comunemente nota come zucca amara, così allegri e colorati fanno notoriamente parte della tradizione culinaria Asiatica. Gli usi della pianta variano in funzione del continente in cui viene utilizzata. Se ne annoverano le proprietà rimineralizzanti, vitaminiche (Vitamine del gruppo B); tuttavia l’interesse recente della fitoterapia moderna è volto alle proprietà IPOGLICEMIZZANTI, effetto già acquisito nelle medicina Indiana e Cinese. Il meccanismo d’azione non è completamente noto e sembra sia attribuibile all’azione della Charantina che è il principio rappresentativo del fitocomplesso.

La Charantina è rappresentata da una miscela di beta sitosteroli, glucosidi e un polipeptide chiamato polipetide P o P-Insulina o V-Insulina (dove V sta per vegetale).Tale polipeptide all’osservazione sequenziale ha una struttura molto simile all’insulina bovina, cosa che potrebbe confondere attraverso un meccanismo competitivo la fisiologia cellulare, con il risultato che i livelli di glicemia sierica vengono abbassati e con miglioramento della tolleranza al glucosio. In tal senso si può dire che la pianta può essere di aiuto nel controllo del diabete, e nella sue complicanze. Naturalmente si tratta di diabete di tipo non insulino – dipendente, il diabete di tipo II legato all’età, alla sindrome metabolica*, alle cattive abitudini alimentari. Inoltre non presenta effetti collaterali a livello di nefrotossicità ed epatotossicità.

GELSO BIANCO (Morus Alba L.) foglie. Il Gelso è un albero originario della Cina, diffuso anche in Giappone e Corea e noto per le sue foglie che rappresentano il nutrimento principale del bacco da seta. La pianta è usata ormai da tempo anche nella Medicina Tradizionale Cinese, e rientra a pieno favore tra i fitoterapici usati per contribuire al controllo della glicemia, grazie alla inibizione degli enzimi alfa glucosidasi intestinali. Tale inibizione fasi sì che i carboidrati e gli zuccheri a lunga catena, quelli complessi, non vengano immediatamente scissi e resi subito disponibili per l’assorbimento, ma tale assorbimento venga ritardato e così vengano limitati anche i picchi glicemici e l’iperglicemia post prandiale. Il principio rappresentativo del fitocomplesso cui viene attribuita l’azione è la moranolina che risulta presente in tutte le parti della pianta. Come la Momordica anche il Gelso è in grado di intervenire con azione coadiuvante rispetto a tutta una serie di patologie che spesso accompagnano l’esordio del diabete di tipo II racchiuse nella cosidetta sindrome metabolica*. Infatti può svolgere azione coadiuvante in caso di danno aterosclerotico avendo all’interno del suo complesso molecole di isoquercetina noto antiossidante in grado di andare ad agire sulla perossidazione lipidica delle LDL a livello delle arterie. Vi è poi una azione ipotensivante legata alla presenza nel fitocomplesso di una frazione flavonoica.

GYMNEMA (Gymnema sylvestre R. Br.) foglie - est. sec. L’azione del fitocomplesso della Gymnema sembra sia ascrivibile ad un aumento della produzione di insulina per un’azione diretta di stimolazione sulle cellule beta del pancreas sulle quali sembra venga esercitato anche un effetto rigenerante. Inoltre l’acido gymnemico va ad occupare temporaneamente e reversibilmente i recettori del glucosio a livello intestinale rallentando l’assorbimento degli zuccheri semplici ed andando quindi a limitare la formazione di picchi insulinemici. Vi è in aggiunta anche una azione a livello enzimatico che limita l’attività delle amilasi intestinali rallentando la disponibilità metabolica degli zuccheri. L’azione della Gymnema si esplica su piu’ livelli. Infatti, se masticata la Gymnema libera un rappresentante del fitocomplesso, la Gurmarina, che modifica la sensibilità al sapore dolce dei recettori presenti sulla lingua, con conseguente scoraggiamento all’introduzione compulsiva di cibi dolci, cosa che nei soggetti con alti livelli glicemici può risultare di quotidiana utilità.

CANNELLA (Cinnamomum zeylanicum Blume.) corteccia- est. sec. e polv.: in uno studio fatto in America, somministrando Cannella alla dose di un grammo al giorno si è registrato un abbassamento della emoglobina glicosilata dello 0,83% rispetto al placebo. Considerando che una riduzione di tale parametro dallo 0.5% allo 0.1% è considerato un notevole miglioramento, il risultato è assolutamente degno di nota. In un altro studio fatto su 30 pazienti, l’assunzione di cannella da 1 grammo a 6 grammi al giorno fece diminuire la glicemia a digiuno del 29%, insieme ad altrettanta diminuzione di LDL, trigliceridi, determinando oltremodo un abbassamento dei valori legati alla sindrome metabolica* che si mantennero abbastanza stabili per i successivi 20 giorni. Per questi motivi la Cannella si può ritenere utile nella sindrome metabolica e nella insulino-resistenza.  (In generale i cibi ricchi di spezie tendono a limitare i picchi glicemici post prandiali che tendono a creare processi infiammatori a livello delle arterie con tutti i problemi del caso). Se assunta ad alti dosaggi (es.6gr/die) per un lungo periodo di tempo, bisogna fare attenzione alla concentrazione di cumarine che a lungo termine possono provocare effetti collaterali a livello epatico e renale. Va da sé che nella preparazione non vengono mai raggiunti tali dosaggi critici e quindi nelle dosi indicate non si presenta alcun effetto collaterale . La preparazione infatti può beneficiare del contributo di tutte le altre piante presenti facendo sempre riferimento comunque al concetto di sinergia dei fitocomplessi.

GALEGA (Galega officinalis L.)  parti aeree e sommità fiorite - est. sec., la pianta secondo tradizione agirebbe attraverso una azione favorevole sulla secrezione lattea. Meno conosciuto invece è l’uso che si fa della pianta nel controllo della glicemia, grazie ai principi del fitocomplesso quali la galegina, che agirebbe sulle cellule alfa del pancreas con arresto della produzione di glucagone. Sui conigli si è messo in evidenza un effetto ipoglicemizzante con aumento del glicogeno a livello del tessuto epatico e del miocardio. Inoltre la pianta contiene in maniera naturale sali di cromo che contribuiscono anch’essi al controllo della glicemia

BANABA (Lagerstroemia Speciosa (L.) – foglie. Gli ultimi 10 anni sono stati molto importanti per definire l’attività della Banaba in ambito fitoterapico relativamente alla azione sul controllo della glicemia e sull’accumulo e accrescimento di cellule adipose responsabili in ultima analisi dell’aumento di peso. A differenza di quanto è stato fino ad ora riportato l’acido corosolico rappresentante del fitocomplesso, non presenta una attività insulino simile, ma il suo meccanismo d’azione che porta ad un abbassamento della glicemia sembra sia riferibile ad un diverso meccanismo. I componenti attivi invece all’interno del fitocomplesso sono rappresentati dai tannini laddove i gallotannini si sono mostrati piu’ potenti rispetto agli ellagitannini. Il loro meccanismo di azione è riconducibile ad una azione insulino simile favorente il trasporto del glucosio all’interno della cellula.

L’utilizzo di estratti di Banaba in foglie ha evidenziato anche un controllo dell’assetto lipidico che si traduce in una riduzione del livello di trigliceridi a livello epatico. Come per la Cannella è ipotizzabile una “azione memoria” secondo cui si mantiene un risultato pressochè stabile della glicemia anche per un  periodo successivo a quello di somministrazione. Stabilizzare i livelli glicemici è importante per evitare fluttuazioni che favoriscono la sensazione di fame (e quindi eventuali attacchi di fame compulsiva). In più tali picchi glicemici favoriscono fenomeni infiammatori delle arterie. Entrambe gli aspetti rappresentano due fattori di rischio in caso di sindrome metabolica*.

 

È bene non utilizzare il rimedio in gravidanza e allattamento.

 

Sindrome metabolica* : con questa dicitura si identificano una serie di sintomi tra loro correlati: glicemia a digiuno: oltre 100 mg/dl stadio IFG; Ipertensione arteriosa: oltre i 130/85 mm Hg; Ipertigliceridemia: oltre i 150 mg/dl; Ridotto colesterolo HDL: 40 mg/dl nei maschi, 50 mg/dl nelle femmine, associati a una circonferenza vita oltre i 94 cm nei maschi, 80 cm nelle femmine  per i pazienti di etnia Europide (i parametri variano in base al gruppo etnico di appartenenza). A questi si aggiunge un importante fattore di rischio, l'età, che è determinante a partire dai 45 anni negli uomini e dai 55 nelle donne.

 

 

N.B. Le indicazioni fornite sono a scopo informativo e divulgativo e non si sostituiscono in nessun caso alla consulenza e al parere del medico (art. 6 comma 2 del D.L.vo 111/1992). Trattasi di integratori alimentari e non di farmaci, né di prodotti curativi in senso stretto, pertanto il risultato può variare da persona a persona e non è possibile garantire l’efficacia dei prodotti in senso assoluto 

Ingredienti rappresentativi:
Momordica (Momordica charanthia L.) frutti est. sec.; Gelso bianco (Morus alba L.) foglie est. sec.; Gymnema (Gymnema sylvestre R. Br.) foglie est. sec., Cannella (Cinnamomum zaylanicum Blume.) corteccia est. sec.; Cannella (Cinnamomum zaylanicum Blume.) corteccia polv.; Galega (Galega officinalis L.) parti aeree e sommità fiorite est. sec.; Banaba (Lagerstroemia speciosa [L.]) foglie est. sec.; gelatina alimentare vegetale.

  Prodotti per: Controllo della glicemia

 

RICHIESTA INFORMAZIONI

 
E-Mail
Nominavo / Rag. Sociale
Oggetto
Testo

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del d.lgs 196/2003 e sue successive modifiche e integrazioni.
L'utente è informato che il conferimento dei dati richiesti in questa sezione verrà utilizzato da Medical B.I., titolare del trattamento, al solo scopo di rispondere alla sua richiesta di informazioni.

Acconsento al trattamento dei miei dati per il solo servizio da me richiesto.

Invia richiesta

CONTATTI

Medical B.I.
Via Altobelli, 4
47924 Rimini – Italy
Tel: +39(0)541 391145
E-mail: info@medicalbi.com
P.iva: 01815280407

Facebook

paypal-carte-creditop
card
Questo sito utilizza cookie tecnici propri. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Maggiori Informazioni OK. Accetto i cookie